Calcio Vicenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ferrari si presenta: “Mi aspetto di risalire subito con il Vicenza”

L’attaccante biancorosso ha le idee chiare. “Perché El Loco? Me l’ha messo mia madre da piccolo, ora sono più tranquillo”

Franco Ferrari, classe 1995, nuovo bomber a cui il Vicenza si è affidato per trascinare i biancorossi. “Vengo da Rosario, Argentina. Sono qui già da due/tre settimane e ho trovato un ambiente sereno – ha commentato il giocatore -. Il mister mi voleva e poi ci insegna tanto e sono veramente contento. Sono un attaccante d’area, mi piace anche giocare spalle alla porta, ma la cosa che più mi piace è fare tanti goal. Il soprannome Loco? Me l’ha messo mia madre, quando ero piccolo. Quando te lo dicono da piccolo, poi rimane per sempre. Ora però sono più tranquillo, per fortuna (ride, ndr)”.

El Loco ha poi parlato del suo nuovo compagno di reparto, Alex Rolfini: “Mi fa piacere giocarci vicino, è un giocatore molto forte. Siamo stati due dei capocannonieri lo scorso anno da avversari e abbiamo stabilito un bel rapporto. In campo ci completiamo a vicenda come caratteristiche”.

“Mi aspetto di salire subito. È quello che vuole tutta la piazza e quello che vogliamo noi. Lavoriamo per questo e poi spero di poter segnare tanto per aiutare la squadra. Mi piace caricare la squadra da tutti i punti di vista, soprattutto sull’essere sempre aggressivi e sempre sul pezzo, quindi spero di poter dare una mano anche sotto questo punto di vista. Siamo consapevoli che c’è molta aspettativa, quando vieni a giocare in piazze come Vicenza si sa. Moduli? Mi sto trovando bene con entrambi i moduli che stiamo provando ed è una cosa importante, mentre il Menti è fantastico, simile allo stile inglese. La gente ti dà la carica”.

Ferrari ha poi concluso parlando del gruppo e della sua condizione fisica: “Fare gruppo è la cosa più importante, anche a Como, quando abbiamo vinto il campionato, è stata la coesione a permetterci di superare anche le difficoltà. Qui i ragazzi sono eccezionali, lavorano tutti e non si vede nessuno che non è sul pezzo. Stiamo lavorando tanto, delle volte facciamo le amichevoli per provare la parte tattica, ma ci arriviamo con tanto lavoro dietro. Per questo alle volte arriviamo con una corsa in meno, ma è giusto che sia così in questo momento dell’anno”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Alle 18.30 al Martelli il ricordo di una persona speciale ...
Mantova e Trento le prossime avversarie del Lane. Obiettivo 7 punti per chiudere al terzo posto...

Dal Network

Articolo originale   Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito...

Articolo originale   Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di...

Articolo originale   Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie...

Altre notizie

Calcio Vicenza