Calcio Vicenza
Sito appartenente al Network

Renzo Rosso: “Se il Vicenza non va in B, io mollo”

Dichiarazioni pesanti del patron biancorosso

«Basta serie C, il Vicenza deve arrivare almeno in B. È quello che la città merita, se non ce la faremo mollerò perchè vuol dire che non sono capace. Più di quanto fatto, come società, non potevamo fare».

E poi: «Diana non è mai stato in discussione».

Parole forti e che non possono lasciare indifferenti quelle del patron Renzo Rosso, che stamattina, prima quindi di Novara-Vicenza, ha parlato così ai microfoni di Tva, che l’ha intervistato ai mercatini di Natale di Bassano, iniziativa di Otb Foundation.

Subscribe
Notificami
guest

12 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Hai già mollato…..altro che Only the Brave…..

Nic
Nic
2 mesi fa

Presidente per andare in B ci vuole un direttore sportivo vero che gestisce la società dal punto di vista tecnico sportivo organizzativo.Sagramola via per esempio ma cosa stiamo aspettando?

Free Ireland
Free Ireland
2 mesi fa
Reply to  Nic

Puoi avere anche il migliore direttore ma se poi le decisioni le prende solo lui (che di calcio ne sa poco), dove vogliamo andare…

Free Ireland
Free Ireland
2 mesi fa

Non ci sono cattivi reggimenti, ma solo colonnelli incapaci

Marco
Marco
2 mesi fa

I Rosso sono dei benefattori, il calcio non è come delle aziende normali, a volte l’alchimia del gruppo dirigente con quello tecnico sono importanti, si vede che non sono riusciti a crearlo. , purtroppo per un gruppo di lavoro e quando non vengono i risultati anche lel sicurezz e cadono , i dubbi hanno il sopravvento e si lavora male… Meglio ripartire e progarmmare in altri 3 anni. Però se è stanco meglio che vada, qprima o poi qualcun altro che ci riprovi arriverà (non certo subito, che sia chiaro a tutti però!)

Sal Lanerossi
2 mesi fa

Parole del Patron che dispiacciono, a 12 punti dal Mantova il rischio di restare in C c’è. Vedere Mantova e Triestina ( una ripescata dalla serie D e l’ altra quasi in serie D lo scorso anno ) fa riflettere molto. Due società che hanno azzerato, ripartite per fare un campionato da protagoniste. Il Lane lo scorso anno tra alti e bassi aveva un’ ottima squadra che ha vinto la Coppa Italia di C. Squadra già collaudata e con gli innesti voluti da Diana si auspicava di vincere il campionato. Ma quest’ anno il campionato gira da centro-alta classifica con enormi sofferenze tecniche sui campi delle ultime in classifica. Cos’è che non va ?

Mariano
Mariano
2 mesi fa

Caro Renzo, ci vuole pazienza! Io ho tanta fiducia in voi! Forse deve tornare Bedin… per il resto va bene tutto: società, giocatori, pubblico… Tifo perfetto… ci vuole pazienza per costruire le grandi cose!

Nico
Nico
2 mesi fa
Reply to  Mariano

Mariano, io delle esternazioni di RR ne ho le scatole piene. Si lavora o si va via in silenzio. La piazza già sta vivendo l’ennesimo incubo, non serve altro per alimentarlo.

Roberto
Roberto
2 mesi fa
Reply to  Nico

Tutto sommato è meglio che lasci il football non fa per lui che lo faccia in silenzio o che lo dica non fa differenza l.importante che lasci e si riparta dalle fondamenta con qualcuno che ha passione tipo per fare un esempio ( lino Chilese) o Gigi Fresco

Last edited 2 mesi fa by Roberto
Alberto Pretto
Alberto Pretto
2 mesi fa
Reply to  Roberto

il progetto dei “entro 5 anni in serie A” è totalmente naufragato e la squadra resta da anni tra le tenebre.
Unica nota meno dolente è comunque la robustezza della società anche se appunto ha fallito in tutto ma se questi mollano faremo la fine del chievo quindi teniamoci stretti nel bebè o male questa società è sperare in un girone di ritorno di fuoco perché ripeto…se i rossi vendono la storia finisce …nessuno mai acquisterebbe il vicenza!

Stefano
Stefano
2 mesi fa
Reply to  Alberto Pretto

La penso anch’io esattamente così. Anche se in molti gli danno addosso io dico mettiamoci d’accordo: quando la squadra gioca male io me la prendo con l’allenatore perchè penso che l’organico che ha a disposizione sia adeguatissimo, altri invece dicono ma no, sono i giocatori che vanno in campo! Ebbene il DS o il patron fanno ancora meno dal punto di vista sportivo. Piaccia o no ci mettono solo la carriolata di soldi (è la società col capitale sportivo e il monte stipendi più alto della serie C, a parte un paio gli altri ragionano con budget da 1/4 in giù) e decidono come spenderli, ma con l’aspetto tecnico c’entrano poco o nulla. Se ce l’abbiamo con loro allora diciamo precisamente quali investimenti hanno sbagliato, ma dire che non capiscono niente di calcio e basta non significa nulla. Lo so che non brillano in simpatia, ma quello che c’entra coi risultati?
Se poi ci fossero degli investitori così appassionati e danarosi si sarebbero già fatti avanti o no, secondo voi Rosso non sarebbe ben felice di incassare e dire ciaociao? Se invece sta resistendo alle sirene dei $ allora un pò di passione ce l’ha. Insomma tutto e il contrario di tutto non stanno assieme. Oggi si vince!

Free Ireland
Free Ireland
2 mesi fa
Reply to  Roberto

Non solo passione anche competenze

Articoli correlati

Le modalità d'acquisto dei biglietti per la trasferta all'Euganeo ...
Prevista pioggia anche nella giornata di domani, venerdì...

Dal Network

Articolo originale   Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di...

Articolo originale   Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie...

Articolo originale   Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros...

Calcio Vicenza